La Cina si sta affermando come la forza trainante dietro la globalizzazione

Cintura e StradaWikipedia Commons
Per favore, condividi questa storia!
image_pdfimage_print

Mentre Trump gioca la carta protezionista sul commercio globale, la Cina non sta perdendo tempo a prendere il comando con la globalizzazione. Intende riaprire la famosa via commerciale denominata Via della Seta, che collegava l'Asia con l'Europa. Invece di strade e sentieri sterrati, il nuovo progetto "Belt and Road" coprirà le nazioni 65 e costerà oltre $ 1 Trilioni. Tuttavia, rivoluzionerà il commercio globale e offrirà alla Cina una porta aperta verso l'Europa e il Medio Oriente.

Come tecnocrazia, la Cina cercherà naturalmente di costruire infrastrutture per connettersi al maggior numero possibile di centri commerciali. Belt and Road sarà la più grande infrastruttura mai intrapresa. Nel frattempo, la dura retorica di Trump contro la Cina durante il ciclo della campagna è diventata segatura. La Cina non sta perdendo tempo per approfittarne.

La Cina era la figlia dell'amore della Commissione Trilaterale negli 1970 e orchestrarono la trasformazione da una dittatura comunista a una tecnocrazia. Esiste una buona possibilità che il movimento "protezionistico" in Occidente venga manipolato per consentire alla Cina di raggiungere la leadership globale. Se vero, allora i tempi e il risultato sono perfetti. Editor TN

Domenica la Cina apre un vertice per promuovere il suo massiccio progetto di infrastrutture commerciali globali, mettendo in evidenza le ambizioni di Pechino di guidare una nuova era di globalizzazione mentre Washington si sposta verso politiche orientate verso l'interno.

Il presidente Xi Jinping ospiterà i leader delle nazioni 29 a Pechino per un forum di due giorni sul suo programma di politica estera, una rinascita della Via della seta soprannominata la One Belt, One Road Initiative.

Il progetto finanziato dalla Cina, presentato in 2013, cerca di collegare il paese con Africa, Asia ed Europa attraverso un'enorme rete di porti, ferrovie, strade e parchi industriali.

L'iniziativa copre alcuni paesi 65 che rappresentano il 60 percento della popolazione mondiale e circa un terzo del prodotto interno lordo globale. La China Development Bank ha stanziato $ 890 miliardi per alcuni progetti 900.

[the_ad id = "11018"]

Belt and Road è vista come una soluzione pratica per alleviare l'eccesso di capacità industriale della Cina. Ma potrebbe anche servire le ambizioni geopolitiche di Pechino.

"A mio avviso, Belt and Road intende creare una maggiore interdipendenza economica tra la Cina e i suoi vicini, che Pechino spera possa tradursi in una maggiore influenza politica", ha affermato Bonnie Glaser, direttore del China Power Project presso il Center for Strategic di Washington e studi internazionali.

"Xi Jinping vuole che la Cina diventi la potenza regionale dominante in un ordine essenzialmente sino-centrico", ha detto Glaser ad AFP.

Il governo cinese descrive l'iniziativa come una partnership.

"Ciò di cui abbiamo bisogno non è un eroe che agisce da solo, ma partner di cooperazione uniti", ha dichiarato di recente il ministro degli Esteri cinese Wang Yi.

Strada a senso unico?

I media statali hanno lavorato duramente per spiegare il progetto al mondo.

Il quotidiano in lingua inglese China Daily ha bombardato i social media con video stravaganti, tra cui un padre americano che racconta a sua figlia storie della buonanotte sul programma di Xi e bambini che cantano: "Condivideremo il bene ora, Belt and Road è come."

Ma pochi leader occidentali stanno partecipando all'evento. Sono attesi i primi ministri di Italia, Spagna e Grecia, mentre Washington sta inviando un consulente senior della Casa Bianca.

Xi sta sostenendo la globalizzazione in un momento in cui il leader tradizionale del concetto, gli Stati Uniti, si concentra su "America First" sotto il presidente degli Stati Uniti Donald Trump. I due paesi, tuttavia, hanno siglato un accordo venerdì per la Cina per esportare pollame cotto in America e riprendere le importazioni di carne bovina negli Stati Uniti.

Leggi la storia completa qui ...

Unisciti alla nostra mailing list!


Sottoscrivi
Notifica
ospite
1 Commento
il più vecchio
Nuovi Arrivi I più votati
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
John Dunlap

La mappa sopra rende perfettamente chiari i motivi della Cina per le incursioni in corso nel Mar Cinese Meridionale. Possono forzare tutto il commercio regionale sulla loro cosiddetta via della seta, solo se dominano quel corpo idrico. Penso che la Cina abbia cercato di usare la Corea del Nord come fardello per costringere le concessioni dall'Occidente a consentire alla Cina di far valere il controllo sul Mar Cinese Meridionale, ma la strategia sembra essere controproducente quando la situazione sfugge al controllo.