Biden / Kerry si stanno impegnando a tagliare il carbonio del 50% al vertice mondiale sul clima

Per favore, condividi questa storia!
image_pdfimage_print
I leader americani stanno trasportando l'America tra le braccia del sistema economico di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite, noto anche come Tecnocrazia. Le minacce artificiali del riscaldamento globale e delle pandemie virali hanno un solo obiettivo: il grande ripristino del sistema economico globale.

In America, gli obiettivi di Biden supereranno quelli del Green New Deal radicale. In sostanza, l'America sarà ricostruita da zero e dipinta di verde da cima a fondo. Come dice con orgoglio il WEF: "Non possiedi nulla e sarai felice". ⁃ TN Editor

Secondo quanto riferito, il presidente Biden mira a ridurre le emissioni di gas serra degli Stati Uniti dal 50% al 52% (rispetto ai livelli del 2005) entro il 2030, secondo una raffica di rapporti trapelati in il NYT e altri media giovedì mattina.

Queste nuove misure costringeranno gli americani a trasformare il modo in cui guidano, curano le loro case e producono beni mentre Biden trascina l'America verso il lontano obiettivo della neutralità del carbonio.

I rapporti arrivano poche ore prima dell'inizio del vertice virtuale sul clima del presidente Biden, dove sarà raggiunto da una schiera di leader mondiali, tra cui il presidente Vladimir Putin, della Russia, e il presidente Xi Jinping, della Cina. Il vertice virtuale di due giorni è previsto che inizi giovedì alle 0800ET. Biden ha pianificato il vertice intorno alla Giornata della Terra per aiutare a proclamare il "ritorno degli Stati Uniti a una posizione di leadership globale sulla questione" del cambiamento climatico, secondo il NYT.

In totale, si prevede che al vertice parteciperanno circa 40 capi di stato, insieme a Papa Francesco, Bill Gates, una serie di membri del gabinetto di Biden e l'ex segretario di Stato John Kerry, inviato presidenziale speciale di Biden per il clima.

Il nuovo obiettivo di riduzione dei gas a effetto serra di Biden è "è un significativo passo avanti rispetto all'impegno dell'amministrazione Obama di una riduzione dal 25% al ​​28% entro il 2025 ed è inteso a segnalare che la decisione di Biden di rientrare nell'accordo di Parigi sui cambiamenti climatici è solo il inizio di uno sforzo aggressivo che includerà il tentativo di spingere altre nazioni in avanti ". Biden dovrebbe dichiarare che "gli Stati Uniti sono tornati, pronti a ripristinare le regole climatiche e ad accelerare lo spostamento della più grande economia del mondo dai combustibili fossili".

"Gli Stati Uniti non stanno aspettando, i costi del ritardo sono troppo alti e la nostra nazione è decisa ad agire ora", secondo una dichiarazione della Casa Bianca.

Parlando con i giornalisti mercoledì sera, un alto funzionario dell'amministrazione ha affermato che il nuovo obiettivo darebbe agli Stati Uniti una leva significativa per spingere altri paesi a fare di più e ha accennato a nuovi annunci di obiettivi giovedì da Canada, Giappone, Argentina e Corea, sebbene non dalla Cina, il più grande emettitore di gas serra al mondo.

Mentre i democratici hanno acclamato il presidente, i repubblicani hanno criticato Biden per aver tentato di usare la sua autorità unilaterale per imporre pezzi del controverso Green New Deal introdotto per la prima volta da AOC e dal senatore Markey del Massachusetts

"Il popolo americano non ha bisogno di impegni arbitrari o dell'approccio di comando e controllo dei democratici che potrebbe paralizzare la nostra economia senza affrontare il vero problema che sono le emissioni globali", ha detto in una dichiarazione il rappresentante Kevin McCarthy della California, il leader repubblicano della Camera. .

Il senatore John Barrasso, repubblicano del Wyoming, ha affermato che il presidente stava "impegnando unilateralmente l'America in un impegno drastico e dannoso sulle emissioni" che punirebbe l'economia degli Stati Uniti mentre "gli avversari dell'America come Cina e Russia continuano ad aumentare le emissioni a volontà".

Sul fronte interno, affrontare la crisi climatica è un costoso pilastro del pacchetto infrastrutturale del presidente. Le iniziative verdi affrontano lo scetticismo dei repubblicani e di alcuni democratici

Leggi la storia completa qui ...

L'autore

Patrick Wood
Patrick Wood è un esperto importante e critico in materia di sviluppo sostenibile, economia verde, agenda 21, agenda 2030 e tecnocrazia storica. È autore di Technocracy Rising: The Trojan Horse of Global Transformation (2015) e coautore di Trilaterals Over Washington, Volumes I e II (1978-1980) con il compianto Antony C. Sutton.
Sottoscrivi
Notifica
ospite
4 Commenti
il più vecchio
Nuovi Arrivi I più votati
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
sto solo dicendo

Lurch, voglio dire che John è un essere umano Skull and Bones molto, molto, molto ingannato. Per non dimenticare: https://www.youtube.com/watch?v=EXaoavV1d4s https://www.youtube.com/watch?v=yixdveuf0GQ https://www.youtube.com/watch?v=WBulVdqKRN4 ottimo video di Truthstream Media: https://www.youtube.com/watch?v=ON8xq0djCRk "Se in questa vita solo abbiamo speranza in Cristo, siamo tra tutti gli uomini i più infelici." 1 Corinti 15:19

Corona Coronata

Basta la corona mafia, insieme alla mafia del clima ci uccideranno tutti se non saremo capaci di questa feccia criminale dell'umanità!

Rodney Hoff

Su un pianeta A BASE DI CARBONIO, dire che porteranno le emissioni di carbonio a ZERO, poiché la folle GATES richiede di portare tutta l'agricoltura sotto il controllo distopico totale, è puro GENOCIDE e questi malvagi burattini gesuiti come il biden demente, il pulcino e il tampone sporco , ha davvero bisogno di essere rinchiuso a vita in un manicomio.

John Willson

I cittadini comuni di quella che era una repubblica costituzionale non hanno molto tempo per scoprire e rimuovere questi comunisti.