70% dei credenti sul clima afferma che i negazionisti dovrebbero essere perseguiti

Per favore, condividi questa storia!

TN Nota: questo è un sondaggio sorprendente. Se il 24% degli elettori è credente del cambiamento climatico e il 17% degli elettori è favorevole alla punizione dei "negazionisti", allora il 70% dei credenti è a favore della punizione. Questo ricorda le Inquisizioni durante il Medioevo: o credi nel modo in cui crediamo o subisci le conseguenze. Inutile dire che questa è una traiettoria molto pericolosa.

I sostenitori del riscaldamento globale chiedono il perseguimento di gruppi che non sono d'accordo con loro, e lo Stato di New York ha fatto un ulteriore passo in avanti indagando su Exxon Mobil per aver rifiutato di giocare a palla con la popolare teoria scientifica.

Ma il 68% dei votanti probabilmente statunitensi si oppone al governo che indaga e persegue scienziati e altri, tra cui le grandi società che mettono in dubbio il riscaldamento globale. Un nuovo sondaggio telefonico nazionale di Rasmussen Reports rileva che 17% è favorevole a tali procedimenti giudiziari. Il quindici percento (15%) è indeciso. (Per visualizzare la formulazione delle domande del sondaggio, fai clic qui.)

Poco pi√Ļ di un democratico su quattro (27%), tuttavia, favorisce il perseguimento di coloro che non sono d'accordo con il riscaldamento globale. Solo l'11% dei repubblicani e l'12% degli elettori non affiliati a nessuno dei principali partiti concordano.

Dopotutto, solo il 24% di tutti gli elettori ritiene che il dibattito scientifico sul riscaldamento globale sia finito, anche se è aumentato rispetto allo 20% nel luglio dello scorso anno. Invariato è l'63% che afferma che il dibattito non è ancora terminato. Il tredici percento (13%) non è sicuro.

Tra gli elettori che credono che gli scienziati abbiano deciso sul riscaldamento globale, uno su quattro (24%) preferisce perseguire coloro che mettono in dubbio tale teoria, ma l'64% è contrario.

(Vuoi un aggiornamento quotidiano gratuito via e-mail? Se è nelle notizie, è nei nostri sondaggi). Gli aggiornamenti di Rasmussen Reports sono disponibili anche su Twitter o Facebook.

Il sondaggio su 1,000 elettori probabili è stato condotto dal 9 al 10 novembre 2015 da Rasmussen Reports. Il margine di errore di campionamento è di +/- 3 punti percentuali con un livello di confidenza del 95%. Il lavoro sul campo per tutti i sondaggi Rasmussen Reports è condotto da Pulse Opinion Research, LLC. Vedi metodologia.

L'ottantasette percento (87%) degli elettori descrive la loro libertà di espressione costituzionalmente garantita come molto importante.

Ma solo il 20% degli americani pensa di avere una vera libertà di parola oggi. Il 73% (73%) pensa invece che gli americani debbano stare attenti a non dire qualcosa di politicamente scorretto per evitare di mettersi nei guai.

La maggior parte degli elettori in quasi tutte le categorie demografiche concordano sul fatto che il dibattito scientifico sul riscaldamento globale non è terminato.

La maggior parte si oppone anche al perseguimento di coloro che non concordano sul fatto che il riscaldamento globale sia reale, sebbene gli elettori di 40 sostengano maggiormente i procedimenti giudiziari che i loro anziani.

Leggi la storia completa qui ...

Sottoscrivi
Notifica
ospite

2 Commenti
il pi√Ļ vecchio
Nuovi Arrivi I pi√Ļ votati
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
Roni Sylvester

Nessun problema qui, perché non c'è uno di noi che "nega" i cambiamenti climatici. Che stupida impresa!