Dicembre 7, 2022

La Cina è il pifferaio magico della tecnocrazia globale

I blocchi zero-Covid della Cina potrebbero essere poco più che teatrali per promuovere la tecnocrazia nel mondo. L'autore conclude: “Un sistema né comunista né capitalista, ma che assorbe i peggiori vizi pur purificando le virtù. Zero Covid è solo la Cina che lavora come l'altra faccia delle forbici". Quando le vite umane non significano nulla, sacrificarle per raggiungere un obiettivo è normale.


Nonostante la guerra, l'Ucraina si tuffa a capofitto nella tecnocrazia

Soluzioni digitali, governo digitale, ID digitale, CBDC, privatizzate, automatizzate e esternalizzate. La guerra Russia/Ucraina si sta rivelando poco più di una distrazione mentre i tecnocrati prendono il controllo di tutto ciò che vedono. Il costo non è solo denaro, ma vite umane. Un'Ucraina terra bruciata è l'ambientazione perfetta per un test del Great Reset e Build Back Better - e stanno già gettando le basi per questo.


La Gran Bretagna e la vendetta dei tecnocrati

La Gran Bretagna è saltata dalla padella al fuoco assumendo Rishi Sunak come primo ministro. Ex banchiere di Goldman Sachs, Rishi è l'immagine perfetta di un tecnocrate. L'autore osserva che il track record di Technocrat non è così roseo come vorrebbero far pensare: “Quindi il loro record non è affatto uno di competenza. È uno dei ripetuti quasi disastri.