Joseph Nye, membro della Commissione trilaterale, parla della Cina e dell'Asia

vuotoJoseph Nye, Wikimedia Commons
Per favore, condividi questa storia!
image_pdfimage_print
Quando Nye afferma: "Contrariamente alle teorie della cospirazione, la Commissione ha poco potere", sta parlando delle opere fondamentali di questo scrittore Trilaterals Over Washington, Vol. I e II, scritto insieme al compianto professore Antony Sutton. La Commissione Trilaterale e i suoi membri sono nudi davanti alla chiara documentazione della storia, e nessuna quantità di retorica auto-cancellante lo cancellerà. ⁃ Editor TN

Quando la Commissione Trilaterale - un gruppo di leader politici e imprenditoriali, giornalisti e accademici - si è incontrata di recente a Singapore, molti hanno espresso preoccupazione per il declino della leadership americana in Asia.

Ogni paese asiatico ora commercia di più con la Cina che con gli Stati Uniti, spesso con un margine di due a uno. Tale preoccupazione è stata esacerbata dalla recente imposizione di tariffe ed espressioni di disprezzo del presidente Donald Trump per le istituzioni multilaterali. Una domanda frequente a Singapore: la leadership americana in Asia sopravviverà agli anni di Trump?

La storia offre una prospettiva. In 1972, il presidente Richard Nixon ha imposto unilateralmente le tariffe agli alleati americani senza preavviso, ha violato il quadro del Fondo monetario internazionale e ha perseguito una guerra impopolare in Vietnam.

La paura del terrorismo era diffusa e gli esperti hanno espresso preoccupazione per il futuro della democrazia.

L'anno seguente, David Rockefeller e Zbigniew Brzezinski hanno creato la Commissione trilaterale, che si riunisce una volta all'anno per discutere di tali problemi.

[the_ad id = "11018"]

Contrariamente alle teorie della cospirazione, la Commissione ha poco potere; ma, come altri canali informali di diplomazia "track two", consente ai cittadini privati ​​di esplorare modi per gestire i problemi spinosi. I risultati possono essere trovati nelle sue pubblicazioni e sul suo sito web.

A Singapore, non vi è stato consenso sull'Asia dopo Trump. Ad esempio, membri indiani e cinesi hanno ricoperto posizioni diverse sul ruolo dei progetti infrastrutturali cinesi "Belt and Road".

Alcuni asiatici e americani differivano per le prospettive di una risoluzione riuscita della crisi nucleare coreana, nonché per la più ampia questione se una guerra Cina-USA fosse inevitabile. E alcuni europei si sono chiesti se l'attuale incertezza globale rifletta l'ascesa della Cina o l'ascesa di Trump.

La mia ipotesi, che ho avvertito che il gruppo potrebbe avere torto, è che gli Stati Uniti possano recuperare la propria leadership dopo gli anni di Trump se apprenderà le lezioni sull'uso del potere con gli altri e con gli altri.

In altre parole, gli Stati Uniti dovranno utilizzare il proprio soft power per creare reti e istituzioni che gli consentano di cooperare con Cina, India, Giappone, Europa e altri per affrontare i problemi transnazionali, ad esempio stabilità monetaria, cambiamenti climatici, terrorismo e criminalità informatica - che nessun paese può risolvere unilateralmente.

Ciò richiederà il superamento delle politiche e degli atteggiamenti unilaterali associati all'ascesa di Trump.

Per quanto riguarda l'ascesa della Cina, contrariamente all'attuale pessimismo, gli Stati Uniti manterranno importanti vantaggi di potere che dureranno più a lungo anche di una presidenza di otto anni, nel caso in cui Trump fosse rieletto.

Leggi la storia completa qui ...

Unisciti alla nostra mailing list!


Sottoscrivi
Notifica
ospite
0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti